Il metodo PILATES è una ginnastica che insegna ad assumere una corretta postura e dona maggiore armonia e fluidità ai movimenti.

L’obiettivo del suo ideatore, Joseph Hubertus Pilates, era quello di rendere le persone consapevoli di sé stesse, del proprio corpo e della propria mente, durante lo svolgimento dell’attività sportiva, sfruttando i migliori aspetti delle discipline fisiche occidentali e di quelli delle tecniche orientali.

Il metodo ebbe origine circa un secolo fa, in Germania.
Allo scoppio della prima guerra mondiale, Pilates fu internato e iniziò ad allenare gli altri prigionieri con la sua sequenza di esercizi a corpo libero sul tappetino, quella che oggi si chiama Matwork. Egli prestò anche la sua opera come infermiere, sperimentando l’adozione di molle attaccate ai lettini dell’ospedale, studiate per consentire ai degenti di fare ginnastica e tonificare i muscoli prima ancora di rimettersi in piedi e camminare, tecniche che oggi ritroviamo nell’ Universal Reformer e nel Cadillac, due macchine che sfruttano appunto la resistenza delle molle.
Dopo la guerra, Pilates tornò in Germania per un breve periodo, ma poi si trasferì a New York, dove il suo metodo ebbe un immediato successo presso ballerini quali Gorge Balanchine e Martha Graham.

Nel metodo Pilates, la posizione e il movimento di ogni parte del corpo sono estremamente importanti e il corpo si muove come un sistema integrato. Quanto più correttamente si usa il corpo nel corso degli esercizi, tanto più correttamente verrà usato in qualsiasi altra circostanza. Gli effetti riscontrati sono: una correzione della postura, la scomparsa di rigidità e tensioni a livello muscolare, un miglioramento dei problemi della schiena.


Quali sono i principi del metodo Pilates?

CONCENTRAZIONE  l’attenzione richiesta nello svolgimento degli esercizi è importante, in quanto ognuno di essi coinvolge tutto il corpo.

CONTROLLO  attraverso la concentrazione si ottiene il totale controllo di ogni gesto, attivando così una adeguata consapevolezza che evita gli infortuni.

FLUIDITA’ DEI MOVIMENTI   i movimenti non devono essere eseguiti in modo rigido o contratto, né troppo rapidamente o lentamente.

PRECISIONE – la mancanza di controllo porta inevitabilmente a una scorretta interpretazione ed esecuzione dell’esercizio.

RESPIRAZIONE – inspirazione ed espirazione fluide e complete sono parte integrante di tutti gli esercizi.

ATTIVITA’ A MEDIA INTENSITA’
per mantenere la forma e migliorare la postura